Oggi è dom 20 set 2020, 19:04

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Lavoro nel pubblico o nel privato?
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 12:41 
Non connesso
Panchinaro Prima Squadra
Panchinaro Prima Squadra

Reg. il: ven 2 mag 2014,
Alle ore: 23:00
Messaggi: 4113
Lavorate nel pubblico o nel privato? E se siete nel privato lavorate per aziende o in proprio? Quale preferireste potendo scegliere? Ho le scatole piene della partita iva e soprattutto dei ritmi forsennati della libera professione che non ti lascia mai libero.... sto pensando di provare il salto al pubblico mettendomi a studiare per i concorsi: un domani mi piacerebbe tentare l'assalto al concorso in magistratura amministrativa o corte dei conti, i più prestigiosi per un giurista... ma facendo l'avvocato non so quanto sia fattibile, non avendo proprio i tempi tecnici per studiare. Non sono vecchio (classe 85) ma neanche giovanissimo. Un noto avvocato mi vorrebbe nel suo studio, dove in prospettiva arriverei a guadagnare abbastanza bene... ma non so se è quello che voglio. Nel giro di massimo un anno vorrei capire cosa far da grande insomma :asd Il posto fisso di zaloniana memoria ti lascia molto tempo libero e ti fa vivere sereno: per studiare e far carriera, ma soprattutto per la famiglia. Di contro, non è stimolante come la professione. Inoltre sono uno pieno di interessi... e per coltivarli serve tempo che ad oggi non ho. Che ne pensate? In che ambito lavoate voi? Accetto consigli.

_________________
"Alcuni pensano che il calcio sia una questione di vita o di morte. Non sono d'accordo. Posso assicurarvi che è molto, molto di più." (Bill Shankly)

Immagine


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 13:06 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 25 lug 2012
Alle ore: 16:51
Messaggi: 14576
Località: Tatooine
Nel 2020 in Italia il posto fisso vince 6-0 6-0, lo dico da libero professionista.

Io anche sto provando a studiare per i concorsi, ma quando lavori non è facile.

PS Non la meniamo troppo con il mito dell'appagamento professionale, a meno che non si viva di scrittura, di musica, si faccia l'astronauta/aviatore o il fisico/astrofisico, non vedo nulla di così entusiasmante in giro.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 13:18 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: lun 20 feb 2012
Alle ore: 18:19
Messaggi: 15577
Io ancora devo finire la pratica ma ho già abbastanza chiaro che preferirei un posto fisso e mi sto adoperando a riguardo, nemmeno necessariamente pubblico, anche se certo quella è la strada principale ed è il vero posto fisso.
Ci sono dei vantaggi in entrambe le cose, banalmente guadagni contro tempo libero, reputazione contro tranquillità, ma per la mia situazione e le mie attitudini è meglio cosi.
Ovviamente poi esistono anche diverse professioni e posizioni diverse.

Sulla soddisfazione personale Fuzz sono d'accordo relativamente, cioè anche per me è cosi, non mi farei alcun problema a riguardo e anzi meglio avere tempo libero per dedicarsi a quello che si preferisce visto che non è questo.
Però non è cosi per tutti, ci sono sicuramente mestieri ideali più classici(oddio, in realtà anche l'avvocato è un mestiere ultraclassico almeno come reputazione anche se poi la realtà attuale è diversa) ma non devi confondere le tue aspirazioni con quelle di tutti, conosco anche persone a cui piace proprio fare questo mestiere o anche altri mestieri tra i più disparati, a me non dispiace ma non è nemmeno lontanamente il mio sogno, se però gli eventi mi faranno proseguire su questa strada va bene uguale.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 13:27 
Non connesso
Panchinaro Prima Squadra
Panchinaro Prima Squadra

Reg. il: ven 2 mag 2014,
Alle ore: 23:00
Messaggi: 4113
Io amo la professione di avvocato penalista. Però poi mi chiedo che senso abbia chiudersi in uno studio o in tribunale per 30-40 anni, 12 ore al giorno sacrificando pure i sabati e le domeniche spesso. Inoltre la serenità non sai cosa sia, quando stacchi non stacchi mai del tutto veramente. Mettici che fatturare 3000 euri con la partita iva, ad esempio, tolte le spese, tasse e costi vari equivale a prenderne 1700-1800 netti, e va da sè che uno si chieda se ne valga la pena. Ho amici che hanno vinto magistratura o prefettura, o anche concorsi da funzionari in Ae, li vedo indiscutibilmente molto più sereni di me.

_________________
"Alcuni pensano che il calcio sia una questione di vita o di morte. Non sono d'accordo. Posso assicurarvi che è molto, molto di più." (Bill Shankly)

Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 13:33 
Non connesso
Titolare con Velina
Titolare con Velina
Avatar utente

Reg. il: mer 28 dic 2016
Alle ore: 17:26
Messaggi: 5120
aladestra ha scritto:
Io amo la professione di avvocato penalista. Però poi mi chiedo che senso abbia chiudersi in uno studio o in tribunale per 30-40 anni, 12 ore al giorno sacrificando pure i sabati e le domeniche spesso. Inoltre la serenità non sai cosa sia, quando stacchi non stacchi mai del tutto veramente. Mettici che fatturare 3000 euri con la partita iva, ad esempio, tolte le spese, tasse e costi vari equivale a prenderne 1700-1800 netti, e va da sè che uno si chieda se ne valga la pena. Ho amici che hanno vinto magistratura o prefettura, o anche concorsi da funzionari in Ae, li vedo indiscutibilmente molto più sereni di me.
Facile Ala. Non ne ha. Nessuno.
Non abbiamo 12 vite.

_________________
Romario era più forte di testa (di Cristiano Ronaldo) anche se era un nano.....
AHAHAHHAHAHAHAHA


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 13:38 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 25 lug 2012
Alle ore: 16:51
Messaggi: 14576
Località: Tatooine
JC ha scritto:
Sulla soddisfazione personale Fuzz sono d'accordo relativamente, cioè anche per me è cosi, non mi farei alcun problema a riguardo e anzi meglio avere tempo libero per dedicarsi a quello che si preferisce visto che non è questo.
Però non è cosi per tutti, ci sono sicuramente mestieri ideali più classici(oddio, in realtà anche l'avvocato è un mestiere ultraclassico almeno come reputazione anche se poi la realtà attuale è diversa) ma non devi confondere le tue aspirazioni con quelle di tutti, conosco anche persone a cui piace proprio fare questo mestiere o anche altri mestieri tra i più disparati, a me non dispiace ma non è nemmeno lontanamente il mio sogno, se però gli eventi mi faranno proseguire su questa strada va bene uguale.


Intendiamoci, fare l'avvocato di per sé è meglio che fare larga parte dei lavori che possono capitarti nella vita.

Tuttavia siamo venuti su con il mito delle libere professioni che si era creato negli anni 80, dove si guadagnava a secchiate e si schifava quasi l'impiego pubblico.

Quando non c'è più il differenziale economico ma rimangono solo gli aspetti negativi come le preoccupazioni e le incombenze varie, ecco che fare la maestra come mia moglie è decisamente meglio che fare il legale, almeno dalle mie parti.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 13:49 
Connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: dom 28 lug 2013
Alle ore: 9:23
Messaggi: 15173
Provo a spezzare un po l'egemonia legale :D

Nel mio settore lavorativo (socio-educativo in generale, anche se poi sono collocato in un micro-settore particolare) da qualche anno la situazione è un po ribaltata rispetto ad altri settori o rispetto al sentire comune. Diciamo che spesso e volentieri pubblico e privato si intersecano.
Comunque in generale nel privato si guadagna di più e a livello di stabilità non vi è molta differenza (ormai l'assunzione diretta da parte degli enti locali è rarissima). Di meglio nel pubblico c'è l'orario di lavoro e l'avere festività e domeniche libere.
Ma una volta che ti abitui a lavorare su turni tendi a preferirlo al classico "lavoro d'ufficio" (nel tempo ho imparato a godermi anche i semplici lunedì o martedì liberi invece che la classica domenica).
Io ho sempre lavorato nel settore privato e rispetto a conoscenti che lavoravano nel pubblico ho sempre avuto stipendi migliori e garanzie e tutele non troppo dissimili.
Poi nel settore di riferimento ci sono tantissimi distinguo da fare a seconda delle varie aree.

Comunque il posto fisso di zaloniana memoria è ormai una chimera o comunque un qualcosa riservato a pochi...

_________________
Di Lazio ci si ammala inguaribilmente.

Giorgio Chinaglia

Allez les Verts!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 14:04 
Non connesso
Panchinaro Prima Squadra
Panchinaro Prima Squadra

Reg. il: ven 2 mag 2014,
Alle ore: 23:00
Messaggi: 4113
termopiliano ha scritto:
Provo a spezzare un po l'egemonia legale :D

Nel mio settore lavorativo (socio-educativo in generale, anche se poi sono collocato in un micro-settore particolare) da qualche anno la situazione è un po ribaltata rispetto ad altri settori o rispetto al sentire comune. Diciamo che spesso e volentieri pubblico e privato si intersecano.
Comunque in generale nel privato si guadagna di più e a livello di stabilità non vi è molta differenza (ormai l'assunzione diretta da parte degli enti locali è rarissima). Di meglio nel pubblico c'è l'orario di lavoro e l'avere festività e domeniche libere.
Ma una volta che ti abitui a lavorare su turni tendi a preferirlo al classico "lavoro d'ufficio" (nel tempo ho imparato a godermi anche i semplici lunedì o martedì liberi invece che la classica domenica).
Io ho sempre lavorato nel settore privato e rispetto a conoscenti che lavoravano nel pubblico ho sempre avuto stipendi migliori e garanzie e tutele non troppo dissimili.
Poi nel settore di riferimento ci sono tantissimi distinguo da fare a seconda delle varie aree.

Comunque il posto fisso di zaloniana memoria è ormai una chimera o comunque un qualcosa riservato a pochi...


Non so perchè, ti immaginavo nel commercio o in un lavoro in cui si viaggia molto, buon Termo. ;)

_________________
"Alcuni pensano che il calcio sia una questione di vita o di morte. Non sono d'accordo. Posso assicurarvi che è molto, molto di più." (Bill Shankly)

Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 14:09 
Connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: dom 28 lug 2013
Alle ore: 9:23
Messaggi: 15173
Per fortuna non sono nel commercio, non fa proprio per me. Dovessi lavorare in proprio morirei di fame :grin

In realtà diciamo che viaggio abbastanza (sempre in Italia ed entro un certo raggio di km) per accompagnamenti di vario genere , udienze civili e penali e varie ed eventuali. Mi piace come cosa. Tant'è che dovessi lasciare questo settore mi piacerebbe buttarmi in quello dei trasporti.

_________________
Di Lazio ci si ammala inguaribilmente.

Giorgio Chinaglia

Allez les Verts!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 10 set 2020, 14:11 
Non connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Reg. il: lun 27 ago 2007
Alle ore: 23:51
Messaggi: 24440
Località: Bergamo
Più che altro "privato" e "pubblico" di per sé possono significare tutto e il contrario di tutto.
Un conto è essere assunto in un'azienda con 15 dipendenti, un conto in una con 15.000
Anche il tempo libero dipende dalla persona e dal posto di lavoro.
Ci sono aziende in cui ti chiedono 10-12 ore al giorno di lavoro e disponibilità anche per sabati e domeniche se serve, e altre dove ti cacciano via appena finisce l'orario di lavoro per non pagarti straordinari.
Ci sono aziende dove ti pagano gli straordinari, e aziende in cui li fai non pagato.
Poi cambia all'interno della stessa azienda: ci sono persone a cui alle 17 cade la penna sulla scrivania, e il collega d'ufficio che si fa due ore di straordinari tutti i giorni.

Poi "fare carriera" può essere relativo. Dipende dalle aziende, da quanto lavori, da come lavori... e dalla fortuna che hai.

Il tempo libero anche quello è relativo... in considerazioni delle variabili che ho detto prima.

Sull'appagamento professionale la vedo abbastanza come Fuzz. Ci sono lavori che ti appagano con il lavoro in sé, ma se finisci a fare un normale lavoro impiegatizio non è che uno si realizza in genere. Con tutto il rispetto per tutti i lavori, eh, semplicemente non sono "lavori che uno farebbe se non dovesse portare a casa uno stipendio".

La grossa differenza penso che la faccia il contratto a tempo indeterminato (anche se non so com'è dopo il jobs act), che dà una tranquillità e una sicurezza economica non trascurabili.
Però ecco, se hai l'obiettivo di guadagnare tanti soldi, la carriera come dipendente non credo sia la strada migliore per ottenere l'obiettivo.

_________________
Anche questa volta ci rialzeremo, non più a testa alta, ma con il cuore.
Ma di spirito, voi, miserrimo furfante,
mai non ne aveste un´oncia, e di lettere tante
quante occorrono a far la parola: cretino!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 76 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010