Oggi è dom 5 lug 2020, 12:30

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 173 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 18  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: dom 14 giu 2020, 18:50 
Non connesso
Raccattapalle
Raccattapalle
Avatar utente

Reg. il: mar 23 giu 2015
Alle ore: 16:24
Messaggi: 1143
L' uccisione di George Floyd perpetrata dalla polizia americana a Minneapolis ha suscitato una spirale di reazioni, cortei, movimenti anti-razzisti che a distanza di circa 2 settimane dall' omicidio non stentano a placarsi, ma anzi, si diffondono in Europa tentando la distruzione, analogamente a quanto avvenuto in USA con la statua di Cristoforo Colombo, di statue di personaggi colpevoli secondo i manifestanti di politiche coloniali e razziste, vedi Churchill, e giornalisti intellettuali come Indro Montanelli.
Non ho potuto apprezzare Montanelli come giornalista in diretta per ragioni anagrafiche, però, osservandolo dai video e da come scriveva, appare a me evidente la sua conoscenza storica, la sua chiarezza espositiva, la sua onestà, la sua coerenza. Nativo di Fucecchio, mi pare che da sempre, e ora ancor più, Montanelli " laceri " e divida l'opinione pubblica per 2 aspetti in particolare, ovvero la sua militanza fascista e il fatto di aver comprato una sposa bambina di 12 anni quando era arruolato al fronte nella guerra di Etiopia ed Eritrea:

- sul primo aspetto è vero, non ha mai rinnegato la propria adesione al regime dalla marcia su Roma fino al '38, ma poi ne prese le distanza dopo l'emanazione delle leggi razziali, durante la costituzione della Repubblica di Salò fu addirittura catturato e condannato a morte dagli " ex compagni " di partito e poi salvato grazie ad importanti intercessioni, in ogni caso anche in seguito si è sempre professato " uomo di destra " e anti-comunista, forse anche per ciò fu gambizzato dalle BR nel '77; quando Berlusconi acquistò " il Giornale " su cui scriveva lui gli chiese libertà di stampa, e quando ciò non fu possibile ne uscì fondando " la Voce ", e per il suo anti-berlusconismo divenne, non volendo, icona della sinistra che aveva sempre avversato.

- sulla sposa bambina acquistata a 12 anni e da lui definita " animalino docile " si giustificò dicendo che in Africa a 12 anni non erano piò considerate bambine ma donne adulte.

Quello che voglio dire è che, sicuramente non è stato di esempio per la parità di genere, per l'emancipazione della donna con questa sua scelta, ha avuto una cultura politica discutibile, ma mi è sempre apparso come una figura coerente con le proprie idee e onesta, pagando personalmente molte scelte, e in quanto tale, per me più apprezzabile di molti di sinistra divenuti tali soltanto per convenienza.

A voi

_________________
samumonta


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: dom 14 giu 2020, 18:59 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: gio 21 apr 2005
Alle ore: 16:51
Messaggi: 27579
Località: Genova
Eh...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: dom 14 giu 2020, 19:00 
Non connesso
Campione Olimpico
Campione Olimpico
Avatar utente

Reg. il: sab 21 gen 2017
Alle ore: 20:53
Messaggi: 7550
Già scritto che la statua manco si doveva fare e partirei da questo.
Statua del 2006, quando ormai la situazione e le sue posizioni nei confronti di quello che aveva fatto ormai erano irrimediabilmente compromesse.
Posizioni irrimediabilmente compromesse perché in oltre 60 anni non ha mai dato un segno di pentimento, tra definire Desta "animalino docile" e il disprezzo per il suo odore da capra.
Infine, il fatto che il madamato era illegale in italia, quindi era illegale sposare bambine di 12 anni. Altro che contestualizzare con i suoi tempi.
Non troppo (se non meno tollerato) di alcuni individui che fanno viaggi di piacere in Thailandia o Cambogia.


Cita:
Quello che voglio dire è che, sicuramente non è stato di esempio per la parità di genere, per l'emancipazione della donna con questa sua scelta, ha avuto una cultura politica discutibile, ma mi è sempre apparso come una figura coerente con le proprie idee e onesta, pagando personalmente molte scelte, e in quanto tale, per me più apprezzabile di molti di sinistra divenuti tali soltanto per convenienza.


Anche io apprezzo chi è coerente, ma sembra grave una persona che non capisce all'alba del nuovo millennio di aver commesso comportamenti riprovevoli.

_________________
Banausico e intellegibile


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: dom 14 giu 2020, 19:06 
Connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: dom 28 lug 2013
Alle ore: 9:23
Messaggi: 13854
In rete circola il video dei "fenomeni" che hanno imbrattato la statua di Montanelli.
Ci scommetterei le palle che i tizi fino a qualche giorno fa nemmeno sapevano chi fosse Montanelli, e molto probabilmente non si erano mai posti il problema di riflettere sulla sua figura. Avranno cercato qualche informazione in giro sul web o poco altro. Poi si son dati da fare per dar seguito a 'sta moda di buttare giù e oltraggiare le statue di personaggi arbitrariamente ritenuti "non meritevoli".

Per carità, uno non deve apprezzare per forza qualcuno. Lo stesso dicasi per la figura di Montanelli, che come tutti gli esseri umani può essere apprezzato o meno. Ma nel contesto di uno Stato democratico e soprattutto civile ci sono modi diversi per esprimere il proprio dissenso verso qualcuno. Farlo imbrattando, oltraggiando, buttando giù e co. cantante denota solo ignoranza e limitatezza mentale.
Per me non andrebbe buttata giù e oltraggiata nessuna statua, nemmeno quella del dittatore più sanguinario della storia.

_________________
Di Lazio ci si ammala inguaribilmente.

Giorgio Chinaglia

Allez les Verts!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: dom 14 giu 2020, 20:23 
Non connesso
Pulcino
Pulcino
Avatar utente

Reg. il: sab 9 feb 2019,
Alle ore: 12:28
Messaggi: 2042
Località: Milano Centro Storico
In nome delle religioni sono stati provocati veri e propri genocidi. Andrebbero distrutte anche le statue religiose allora? Chiedo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: dom 14 giu 2020, 21:54 
Connesso
Ultras
Ultras
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 31/12/2019
Reg. il: mar 15 lug 2008
Alle ore: 22:50
Messaggi: 1086
samumonta ha scritto:
Non ho potuto apprezzare Montanelli come giornalista in diretta per ragioni anagrafiche, però, osservandolo dai video e da come scriveva, appare a me evidente la sua conoscenza storica, la sua chiarezza espositiva, la sua onestà, la sua coerenza. .

A voi


A proposito dell'onestà:
“… nella vita delle Nazioni ci sono anche le tragedia spaventose, le carestie, pestilenze, i cicloni, i terremoti. Ciò che conta è di saperle affrontare con coraggio, senza farne pretesto di odi e di divisioni interne … Se certe reazioni sbagliate venissero dai poveri sopravvissuti che nella catastrofe hanno perso tutta la loro famiglia, non dico che le approverei, ma le comprenderei e giustificherei. Ma qui vengono invece dagli sciacalli che il partito comunista ha sguinzagliato, dai mestatori, dai fomentatori di odio. E sono costoro che additiamo al disgusto, all’abominio e al disprezzo di tutti i galantuomini italiani” (Indro Montanelli, La Domenica del Corriere, novembre 1963 sul crimine del Vajont).

Questo perchè Tina Merlin, la giornalista che ha indagato sul crollo della diga era del Pci

così..per conoscenza


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: dom 14 giu 2020, 23:45 
Non connesso
Allievo
Allievo

Reg. il: gio 28 giu 2012
Alle ore: 6:41
Messaggi: 3040
Video dell'intervista a Montanelli che rende conto del fatto incriminato: https://www.youtube.com/watch?v=N_2xZWu_Ak8&t=18s

Questi balordi dei sentinelli lo sanno che nel luogo in cui è stata posta la statua Montanelli venne colpito nel 1977 da 4 proiettili alle gambe da sbandati mossi dallo stessa scemenza ideologica che oggi fomenta loro e gli altri sbandati che imbrattano e abbattono statue in tutto il mondo, devastano negozi e aggrediscono negozianti inermi?

Se proprio vogliamo infrangere l'aura di venerato maestro che circonfonde la sua figura, come vuole tale Lerner, si possono ricordare le sue inchieste condotte contro Enrico Mattei sulle pagine del Corriere della Sera e discuterne, ma su un fatto risalente ad un'altra epoca e accaduto in una terra lontana è stupido 'istruire un processo a posteriori', per citare il Montanelli del video.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: lun 15 giu 2020, 9:13 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 31/12/2019
Reg. il: ven 7 mar 2003,
Alle ore: 0:47
Messaggi: 9033
Località: H͖̤͖̠̹ͅi̞̺̭̦͎̦̦͓g̲͔̪̰̳̬h͚̯̫͕w̘͚̟̠͍̹̻͚a̞̗̗ͅy͇̱͍͎̲̠ͅ ̖̗͙̤̫̥̝̞̩S͇̭͈̬̠̳̲̞ͅt̼a̱̰̱͉Я̲̰
Mi piacerebbe conoscere l'opinione della bambina.

_________________
I'm not a football player.
È sottile la linea tra il pescare con la canna e stare sulla banchina come uno strōnzo.
twitter


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: lun 15 giu 2020, 10:37 
Non connesso
Titolare Prima Squadra
Titolare Prima Squadra
Avatar utente

Reg. il: mer 28 dic 2016
Alle ore: 17:26
Messaggi: 4804
ilDave ha scritto:
Mi piacerebbe conoscere l'opinione della bambina.
A quanto ne so io lei ha tenuto degli ottimi rapporti anche dopo con Montanelli (che poi non ho nemmeno capito se lei avesse 12 o 14 anni).
Fatto sta che secondo me la questione è: una roba del genere, non piacevole o neutra vista con gli occhi odierni, è sufficiente per far sì che la statua eretta sul luogo dell'attentato venga rimossa? Il punto non è il giudizio moderno dell'uomo Indro Montanelli.
Alla fine le sue azioni sono comunque figlie del pensiero dominante del tempo con cui lui é cresciuto. Non lo giustifica in toto, ma manco deve assicurare una damnatio memoriae.
Non ho mai sentito peraltro la comunità LGBT dibattere sulla liceità di intitolare dei circoli al disturbato Mario Mieli che teorizzava la bontà della pedofilia, praticata da uomini eletti che potessero portare i bambini verso un Eros consapevole.
Insomma il relativismo a targhe alterne e il revisionismo storico per me sono pericolosi. Rimuoverla é per me un cesso di idea figlio di politicamente corretto che ragiona con la pancia.
Manco a parlare poi di roba come le statue di Cristoforo Colombo su cui stendiamo un velo di pietas.

_________________
Romario era più forte di testa (di Cristiano Ronaldo) anche se era un nano.....
AHAHAHHAHAHAHAHA


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Montanelli e l'iconoclastia
MessaggioInviato: lun 15 giu 2020, 10:59 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: sab 6 dic 2008,
Alle ore: 15:51
Messaggi: 13249
Poi con il senno di poi (magari nascendo dopo 50 anni dalla sua caduta) sono tutti buoni a dirsi antifascisti.
Mio nonno era fascista: ho visto delle sue foto con la divisa e ha chiamato sua figlia (mia nonna) Edda.
Ma era fascista come tutti. Se capite quello che voglio dire.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 173 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 18  Prossimo

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: cucamonga, Walteronenipotaccia e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010