Oggi è gio 2 apr 2020, 20:18

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 48 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 17:15 
Non connesso
Allievo
Allievo

Reg. il: gio 28 giu 2012
Alle ore: 6:41
Messaggi: 2811
I corridori della domenica, quelli che scendono a pisciare il cane, quelli che circolano senza la mascherina, quelli che vanno troppo frequentemente al supermercato, e anche quelli che vanno a lavorare.
Mi permetto di aprire questo topic per separare dal grande tema dell'emergenza epidemia la questione della mobilitazione social contro i nuovi "untori" che negli ultimi giorni sta toccando livelli parossistici. Non intendo certo negare l'importanza e il valore dei nuovi provvedimenti che per il bene superiore della salute pubblica limiteranno sempre di più le libertà personali dei cittadini, mi preme però denunciare questo clima da caccia di quelli che vengono additati alla pubblica opinione come irresponsabili diffusori del mortifero morbo.
Parliamo dei runner, in quest'ultima settimana al centro del dibattito, dell'esecrazione via social e dell'inasprimento delle misure di limitazione alla circolazione. Giusto condannare quelli che usano la corsa come scusa per incontrarsi con altra genere e aggirare i precedenti divieti, ma il corridore singolo che corre all'aria aperta quale pericolo pubblico incarnerebbe? Ho sentito cose assurde su questo tema, roba da fobia dell'untore che ben figurerebbe nella "Storia della colonna infame".

Io trovo che questo sentimento di avversione nei confronti degli "altri" che trova sfogo sui social sia molto pericoloso, spesso molto più tendente alla superstizione, alla presunzione e all'animosità nei confronti del prossimo che alle risultanze scientifiche e al senso civico.
Giusto è imporsi una certa disciplina, limitare le uscite all'essenziale, usare le mascherine se si riescono a reperire e mantenere sempre le distanze dagli altri, ma usare tutto ciò per porsi su un piedistallo e giudicare gli altri perché vanno in giro a correre, circolano senza mascherina (notoriamente facilissime da reperire da un mese a questa parte), si permettono di prendere la macchina o i mezzi pubblici per andare a lavorare, è un brutto atteggiamento.

Voi cosa ne pensate?


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 18:45 
Connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 31/12/2019
Reg. il: ven 12 mar 2004
Alle ore: 17:08
Messaggi: 20936
Località: Pescara
Io credo che il discorso per quanto riguarda i runners siano due:

- se questi si sentono "immuni" dal provvedimento, tutti si sentono in dovere di sentirsi runners per uscire... e alla fine, ci troveremmo per strada comunque un sacco di gente e non dei runner solitari. Un runner solitario+un altro solitario+altri 2 solitari+altri 5 solitari alla fine non sono più solitari. Dunque se la legge vale per tutti, runner o non runner, a correre non ci vai e basta.

- chi vede i runner correre è invidioso del fatto che loro stanno fuori al contrario loro e dunque gli sale il nazismo.

Su chi porta il cane a fare i bisogni ovviamente non c'è nulla da dire, ci mancherebbe altro. Non è che il cane gli può implodere in casa. L'importante è che pure questi, non usino la scusa per fare passeggiate di 5 km per far fare la pipì alla bestiola. E' normale che se ti vai a fare la passeggiata al lungomare col cane, mi stai prendendo per il #@*§, e dunque si odia pure costui.

Capitolo mascherine, per quanto mi riguarda, quelle due mezze volte che sono uscito in queste due settimane per andare a fare due passi fino al Conad o al tabaccaio sono uscito una volta con la mascherina e una volta senza mascherina. Perchè tanto non ho quella col filtro e perchè tutti i dottori, virologi e professori hanno sempre detto che le mascherine banali dell'Acqua e sapone, non servono a una ceppa. L'importante è non sputare addosso a qualcun altro, starnutire al vento o stare vicini. Dunque che me la metto a fare? I guanti invece, li ho messi.

Quelli che vanno a lavorare perchè la loro azienda non ha chiuso, è giusto che vadano. Che dovrebbero fare? A fine mese i soldi chi glieli da? Facebook?

Quelli che vanno troppo spesso al supermercato sono degli #@*§.

_________________
Noi siamo sempre nel luogo dove si trova il nostro pensiero e non il nostro corpo.
(cit.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 19:43 
Non connesso
Panchinaro Prima Squadra
Panchinaro Prima Squadra
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 31/12/2020
Reg. il: mer 12 gen 2011
Alle ore: 1:06
Messaggi: 4201
Molleggiato ha scritto:
Su chi porta il cane a fare i bisogni ovviamente non c'è nulla da dire, ci mancherebbe altro. Non è che il cane gli può implodere in casa. L'importante è che pure questi, non usino la scusa per fare passeggiate di 5 km per far fare la pipì alla bestiola. E' normale che se ti vai a fare la passeggiata al lungomare col cane, mi stai prendendo per il #@*§, e dunque si odia pure costui.


È bene che si sappia anche che i cani (almeno quelli maschi) per svuotarsi completamente vanno comunque fatti camminare un bel po'; chi crede che basti girellare 2 minuti davanti all'uscio di casa per compiere l'operazione, vuol dire che non ha mai avuto un cane. :asd

_________________
«Avvocato, vinca la Juve o vinca il migliore?»
«Sono fortunato, spesso le due cose coincidono».

(Gianni Agnelli)

Vincitore FantaLastButNotLeast 2013-2014 e 2014-2015

Vincitore Campionato Aguzzati 2015-2016 e Champions League Aguzzati 2015-2016 e 2017-2018


Ultima modifica di Lollo11 il dom 22 mar 2020, 19:44, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 19:43 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: dom 5 ott 2014,
Alle ore: 20:37
Messaggi: 12109
Io so solo che, solo nel mio quartiere, il numero di gente che corre/va in bici si è moltiplicato di almeno 10-15 volte.
Tutti sportivi sono diventati, che per carità è sicuramente una cosa positiva, ma mi puzza un po' di scusa per uscire :asd
La cosa non vale naturalmente per chi ha la fortuna di avere boschi, laghi o posti desolati vicino casa, ma agli altri non costa niente fare sport dentro casa o mettersi al balcone/giardino per prendere aria.

_________________
Il potere del calcio non è un’esclusiva del Nord, ma la musica è sempre la stessa. Noi romani siamo viziati, pigri, prepotenti. La pensino come vogliono. Io sono romano e romanista, e così morirò"
- Francesco Totti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 19:53 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: lun 4 giu 2012,
Alle ore: 15:19
Messaggi: 21387
Molleggiato ha scritto:
Capitolo mascherine, per quanto mi riguarda, quelle due mezze volte che sono uscito in queste due settimane per andare a fare due passi fino al Conad o al tabaccaio sono uscito una volta con la mascherina e una volta senza mascherina. Perchè tanto non ho quella col filtro e perchè tutti i dottori, virologi e professori hanno sempre detto che le mascherine banali dell'Acqua e sapone, non servono a una ceppa. L'importante è non sputare addosso a qualcun altro, starnutire al vento o stare vicini. Dunque che me la metto a fare?


concordo in toto, finora anche io sono uscito due volte in due settimane e solo per fare la spesa al super e obiettivamente penso che le mascherine non servano a nulla a meno che non si è ammalati e allora è giusto proteggere gli altri piu che se stessi.

inoltre appunto quelle che si trovano in circolazione non servono a nulla, sono inefficaci, soprattutto quelle artigianali fatte con la carta da forno (altra idiozia, ormai non si trova piu da nessuna parte e chi ne avrebbe bisogno per cucinare la trova puntualmente esaurita...) o di stoffa.

ultima ma non ultima se davvero mascherine e guanti fossero indispensabili state pur certi che sarebbero diventate obbligatori a livello nazionale da subito e quindi imposti come facenti parte delle regole ferree da seguire da quando circola il corona virus...

chi ne ha veramente bisogno sono le strutture mediche, i sanitari, i ricoverati che sono decisamente molto piu a rischio degli altri, anche perche trovo francamente ridicolo vedere persone girare per strada con la mascherina per poi tirarla giu per mettersi a fumare... vabbè...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 19:54 
Non connesso
Allenatore
Allenatore
Avatar utente

Reg. il: mar 20 mag 2014
Alle ore: 20:50
Messaggi: 9896
Sempre più semplice criticare chi non conta un #@*§, in nessun senso.

Grande Basilio :clap :clap :clap

Chissà che società ne ricaveremo da questa storia.

_________________
Tic tac il sedicente Re del forum è nudo


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 20:50 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: lun 20 feb 2012
Alle ore: 18:19
Messaggi: 15181
A me non piace chi non prova assolutamente a mettersi nei panni altrui e tantomeno il dilagare dei giudici superficiali e inutilmente cattivi sui social, per giudicare un altro bisogna essere più consapevoli ed onesti.
Però in questo caso non si può separare dal tema. è vitale, Nel vero senso della parola, restare a casa, ed è un fatto che tantissime persone se ne fottano, dunque un clima di indignazione nei confronti di questi non posso disapprovarlo ma anzi spero con il cuore che possa farli ravvedere.

E non si deve fare benaltrismo.
Si può criticare questi e il governo o chi per lui, ma contano assolutamente tutti.

Non si può nemmeno inoltre giustificare il mettere a repentaglio la propria vita e quella altrui con la voglia di farsi una corsetta o l'avere una casa piccola.

In sintesi in questo caso probabilmente l'indignazione la trovo ben riposta, posto che il fenomeno in generale esista come manifestazione dei difetti dei social (e di chi li usa) e che ovviamente ogni caso va giudicato individualmente per avere un giudizio realmente corretto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 22:03 
Connesso
Moderatore
Moderatore
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 31/12/2019
Reg. il: ven 12 mar 2004
Alle ore: 17:08
Messaggi: 20936
Località: Pescara
Lollo11 ha scritto:
Molleggiato ha scritto:
Su chi porta il cane a fare i bisogni ovviamente non c'è nulla da dire, ci mancherebbe altro. Non è che il cane gli può implodere in casa. L'importante è che pure questi, non usino la scusa per fare passeggiate di 5 km per far fare la pipì alla bestiola. E' normale che se ti vai a fare la passeggiata al lungomare col cane, mi stai prendendo per il #@*§, e dunque si odia pure costui.


È bene che si sappia anche che i cani (almeno quelli maschi) per svuotarsi completamente vanno comunque fatti camminare un bel po'; chi crede che basti girellare 2 minuti davanti all'uscio di casa per compiere l'operazione, vuol dire che non ha mai avuto un cane. :asd


Certo ma la questione non è il tempo infatti. Puoi girare anche 10, 15 o 20minuti.. purchè te ne stai intorno al palazzo tuo, non a km di distanza come hanno ben pensato alcuni.

_________________
Noi siamo sempre nel luogo dove si trova il nostro pensiero e non il nostro corpo.
(cit.)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 23:07 
Non connesso
Allievo
Allievo

Reg. il: gio 28 giu 2012
Alle ore: 6:41
Messaggi: 2811
Socrate ha scritto:
Sempre più semplice criticare chi non conta un #@*§, in nessun senso.

Grande Basilio :clap :clap :clap

Chissà che società ne ricaveremo da questa storia.


Grazie. Sicuramente una società peggiore sospettosa e meschina, composta da gente sempre più rinchiusa nel suo individualismo; gli esempi attuali di eroismo di medici, infermieri e altro personale sanitario non sono rappresentativi della società.

@JC: no, indignazione e retto giudizio contrassegnano insiemi che difficilmente si intersecano.

Ad esempio: facile indignarsi - e anche giusto - per la fuga delle persone dal Nord verso il Sud nelle scorse settimane, ma se si prova a indossare i panni di uno studente fuori sede a Milano o un lavoratore con un contratto precario si può magari riuscire a capire il punto di vista di chi si sente piombare sul capo la prospettiva di rimanere confinato in Lombardia a tempo indeterminato con un affitto da pagare ma senza lavoro o borsa di studio. L'indignazione va rivolta prima di tutto verso la banda di incapaci che non ha previsto l'effetto che avrebbe scatenato il decreto del 9 marzo e non lo ha anticipato predisponendo misure "antipanico", lasciando così la gente in balia delle loro paure individuali.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: I nuovi untori
MessaggioInviato: dom 22 mar 2020, 23:09 
Non connesso
Titolare Prima Squadra
Titolare Prima Squadra
Avatar utente

Reg. il: mer 28 dic 2016
Alle ore: 17:26
Messaggi: 4633
Basilio ha scritto:
I corridori della domenica, quelli che scendono a pisciare il cane, quelli che circolano senza la mascherina, quelli che vanno troppo frequentemente al supermercato, e anche quelli che vanno a lavorare.
Mi permetto di aprire questo topic per separare dal grande tema dell'emergenza epidemia la questione della mobilitazione social contro i nuovi "untori" che negli ultimi giorni sta toccando livelli parossistici. Non intendo certo negare l'importanza e il valore dei nuovi provvedimenti che per il bene superiore della salute pubblica limiteranno sempre di più le libertà personali dei cittadini, mi preme però denunciare questo clima da caccia di quelli che vengono additati alla pubblica opinione come irresponsabili diffusori del mortifero morbo.
Parliamo dei runner, in quest'ultima settimana al centro del dibattito, dell'esecrazione via social e dell'inasprimento delle misure di limitazione alla circolazione. Giusto condannare quelli che usano la corsa come scusa per incontrarsi con altra genere e aggirare i precedenti divieti, ma il corridore singolo che corre all'aria aperta quale pericolo pubblico incarnerebbe? Ho sentito cose assurde su questo tema, roba da fobia dell'untore che ben figurerebbe nella "Storia della colonna infame".

Io trovo che questo sentimento di avversione nei confronti degli "altri" che trova sfogo sui social sia molto pericoloso, spesso molto più tendente alla superstizione, alla presunzione e all'animosità nei confronti del prossimo che alle risultanze scientifiche e al senso civico.
Giusto è imporsi una certa disciplina, limitare le uscite all'essenziale, usare le mascherine se si riescono a reperire e mantenere sempre le distanze dagli altri, ma usare tutto ciò per porsi su un piedistallo e giudicare gli altri perché vanno in giro a correre, circolano senza mascherina (notoriamente facilissime da reperire da un mese a questa parte), si permettono di prendere la macchina o i mezzi pubblici per andare a lavorare, è un brutto atteggiamento.

Voi cosa ne pensate?


Quoto praticamente tutto.

JC ha scritto:
A me non piace chi non prova assolutamente a mettersi nei panni altrui e tantomeno il dilagare dei giudici superficiali e inutilmente cattivi sui social, per giudicare un altro bisogna essere più consapevoli ed onesti.
Però in questo caso non si può separare dal tema. è vitale, Nel vero senso della parola, restare a casa, ed è un fatto che tantissime persone se ne fottano, dunque un clima di indignazione nei confronti di questi non posso disapprovarlo ma anzi spero con il cuore che possa farli ravvedere.

E non si deve fare benaltrismo.
Si può criticare questi e il governo o chi per lui, ma contano assolutamente tutti.

Non si può nemmeno inoltre giustificare il mettere a repentaglio la propria vita e quella altrui con la voglia di farsi una corsetta o l'avere una casa piccola.

In sintesi in questo caso probabilmente l'indignazione la trovo ben riposta, posto che il fenomeno in generale esista come manifestazione dei difetti dei social (e di chi li usa) e che ovviamente ogni caso va giudicato individualmente per avere un giudizio realmente corretto.


Sì ma c'è un odio in particolare verso chi corre, veramente da Milano 1630.
Cosa che capisco se ci sono centomila runner che vanno al parco di una grande città o che sfiatano nei pressi della gente, non per il gesto in sé.
Ma poche persone fanno dei distinguo con consapevolezza.
Esempio: venerdì per pranzo son andato a correre vicino a casa, lungo fiume, da solo ovviamente, nel vuoto cosmico. Passa un furgone in auto e mi gridano "A Casaaaa!!".
Io per risposta ho alzato il dito medio.

_________________
Romario era più forte di testa (di Cristiano Ronaldo) anche se era un nano.....
AHAHAHHAHAHAHAHA


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 48 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ahrefs [Bot] e 12 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010