Oggi è sab 7 dic 2019, 2:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 49 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: ven 1 nov 2019, 11:49 
Non connesso
Ultras
Ultras
Avatar utente

Reg. il: lun 4 feb 2019,
Alle ore: 16:33
Messaggi: 803
Bloomberg: Fiat has extracted a chunky premium for what is essentially a takeover by Peugeot. No wonder the latter's shareholders are unimpressed. https://www.bloomberg.com/opinion/artic ... -sweetener

Fca-Psa, accordo per fusione alla pari: sarà il quarto gruppo mondiale. Sinergie per 3,7 miliardi https://www.ilsole24ore.com/art/fca-psa ... fresh_ce=1

_________________
Immagine

«Bistazzoni: 6. Lungo portiere onusto di ricordi e di reumi». (Vladimiro Caminiti)


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: ven 1 nov 2019, 15:27 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 25 lug 2012
Alle ore: 16:51
Messaggi: 13387
Località: Tatooine
Vediamo che succede, Elkann avrebbe potuto potenzialmente stipulare un accordo con la maggioranza azionaria, essendo FCA più grande di PSA, ma ha preferito monetizzare la differenza. :asd

Non è detto che non voglia, come sospettano alcuni, acquisire in seguito le quote cinesi per avere la maggioranza senza doversela vedere in sede di trattativa con i Francesi, che pur di non cedere i loro asset strategici ai mangiaspaghetti sarebbero pronti a tutto.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: ven 1 nov 2019, 16:10 
Connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: lun 4 giu 2012,
Alle ore: 15:19
Messaggi: 20544
Si ok prestigio e tutto ma alla fine a noi italiani entrerà qualcosa in tasca oppure no??


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: ven 1 nov 2019, 16:33 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 25 lug 2012
Alle ore: 16:51
Messaggi: 13387
Località: Tatooine
esser ha scritto:
Si ok prestigio e tutto ma alla fine a noi italiani entrerà qualcosa in tasca oppure no??


Non essendo FCA partecipata statale, al contrario di PSA, non entrerà nulla direttamente.

Tuttavia se l'intesa porta a nuovi modelli ne potrebbe giovare l'indotto Italiano e i lavoratori.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: mer 6 nov 2019, 0:21 
Connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: lun 4 giu 2012,
Alle ore: 15:19
Messaggi: 20544
Psa compra Fca: gli italiani pagheranno il prezzo delle sinergie, gli azionisti incassano un premio di 6,7 mld e un dividendo straordinario di 5,5 mld

L'operazione franco-italiana non è assolutamente una "fusione alla pari" come si è tentato di farla passare, ma una acquisizione tout court da parte dei francesi, che avranno il vero potere su tutto. Si tratta dell'ultimo (e inevitabile) atto di un progressivo disimpegno dell'Exor degli Agnelli-Elkann dalla produzione di quattro ruote. Non avendo investito su elettrico, modelli competitivi in Europa e altri importanti ambiti, Fca non poteva che finire così. Non è vero che l'occupazione verrà salvaguardata, sono dichiarazioni di rito

Il recente annuncio dell’acquisizione di Fca da parte di Psa si può commentare con le stesse considerazioni che Industria Italiana aveva fatto qui all’epoca della svanita operazione con Renault, precisando che si trattava di un’acquisizione e non di una fusione alla pari come si voleva far credere. Questa volta, anzi, la preponderanza dei francesi è ancora più evidente rispetto al caso precedente. I rappresentanti di Peugeot infatti avranno sei consiglieri di amministrazione su 11, l’amministratore delegato (Carlos Tavares) e la sede operativa. Gli italiani avranno invece cinque consiglieri di amministrazione e un Presidente (John Elkann) con deleghe ancora non definite. Fca è interessante per i francesi soprattutto perché porta in dote il ricco mercato americano, nel quale Peugeot e gli altri marchi del gruppo sono sostanzialmente assenti. Psa riconosce ai soci Fca un premio di 6,7 miliardi di euro, pari a + 32% rispetto alle quotazioni precedenti. Inoltre, Fca prima dell’acquisizione erogherà ai suoi azionisti un dividendo straordinario di 5,5 miliardi (1,6 miliardi finiranno direttamente nelle tasche dell’Exor degli Elkann).

Certo, si crea il quarto player mondiale dell’automotive, con 8,7 milioni di veicoli prodotti, 170 miliardi di ricavi, 11 miliardi di utile operativo ricorrente. Ma anche con 3,7 miliardi di “sinergie” (altrimenti dette: tagli) annunciate. Sinergie che verranno fatte soprattutto in Europa, dove ci sono quattro marchi sovrapponibili (Peugeot, Citroen, Opel e Fiat) ed è facile prevedere che a farne le spese saranno soprattutto gli italiani. In primis perché, come si è detto, a comandare saranno i francesi, che tutelano sempre l’interesse nazionale. In secundis perché i francesi hanno le tecnologie decisive (a cominciare dall’elettrico) e più soldi (tra gli azionisti c’è lo Stato francese al 13%) eventualmente disponibili per aumenti di capitale. In terzis, perché la produzione e i marchi europei di Fca sono deboli e poco competitivi. «Fiat-Chrysler – aveva detto in questa intervista al nostro Marco Scotti Ferdinand Dudenhöffer, fondatore e direttore del Car (Center Automotive Research) dell’Università di Duisburg – è debole in Europa, con una gamma di modelli obsoleti e senza auto elettriche in cantiere. La Fiat sta vivendo più o meno sulle spalle della vecchia Fiat 500. L’ex numero uno Sergio Marchionne ha ridotto gli investimenti in Europa, mentre ottimizzava le fabbriche americane. L’Europa è un’appendice costosa e la Cina è in perdita con un basso numero di vendite. Con innovazioni di prodotto gestibili, i profitti statunitensi sono generati dai marchi statunitensi Jeep, Ram, Dodge con Suv e pick-up. Ma sono tutti veicoli con “vecchia tecnologia”, quindi poco innovativi. Fca ha quindi un rischio considerevole nel portafoglio prodotti. Con 4,8 milioni di vendite è difficile entrare nell’era delle auto elettriche e, inoltre, guidare la transizione verso la guida autonoma».

In poche parole, gli Agnelli-Elkann incassano alcuni miliardi di euro, e il tessuto industriale e sociale italiano ne fa le spese. Il ridimensionamento della filiera automobilistica avrà effetti negativi anche per altri comparti che, seppure internazionalizzati, comunque erano ancora legati in parte a Fca: componentisti, produttori di elettronica, acciaieri….

L’operazione è inevitabile per Fca, che in Europa ha pochi modelli, perde progressivamente ed inesorabilmente quote di mercato e, soprattutto, è priva di tecnologie per competere nell’elettrico, visto che i suoi azionisti avevano da tempo fatto la scelta di non investire assolutamente niente. Al contrario di ciò che hanno fatto i colossi mondiali dell’automotive (a cominciare dai tedeschi) che hanno sempre messo mano al portafoglio attraverso aumenti di capitale al fine di mantenere competitive le loro aziende, gli investimenti compiuti da Fca sono stati fatti solo utilizzando le disponibilità di cassa interne. Negli anni, è stato fatto solo un aumento di capitale, ma nel giro di qualche mese gli azionisti si sono ripresi quei soldi destinando a dividendo i proventi della vendita di Magneti Marelli.

In queste condizioni (come abbiamo scritto in questo articolo) Fca Europe non poteva resistere da sola a lungo. Era destinata a unirsi con qualcuno, e in posizione di debolezza.

Ora, con l’acquisizione Fca trova riparo dalle sue debolezza e – paradossalmente – potrà avere un futuro, anche se molto ridimensionato e dimagrito. Se dimentichiamo gli interessi dell’Italia e dei lavoratori, e osserviamo l’operazione da un punto di vista meramente industriale e finanziario, si tratta di un capolavoro: nascerà un campione mondiale molto forte, destinato a durare negli anni e a rafforzarsi. Le sinergie sono perfette.

La fusione Fca-Peugeot è l’ultimo atto della storia centenaria di casa Fiat: dopo cala il sipario. Per l’industria e l’economia italiana si tratta davvero di un brutto colpo.

Tutto ciò era evidente da tempo. Ma come sempre avviene quando una morte è annunciata, le persone se ne rendono conto solo all’ultimo momento, perché è troppo doloroso ammetterlo prima. I successori dell’Avvocato avevano da anni deciso di separare i loro destini da quelli della Fiat, ma in modo soft e progressivo, e comunque incassando dividendi. Marchionne fu il perno di questa svolta e riuscì nel miracolo di far sopravvivere l’azienda per qualche anno senza far sborsare nemmeno un euro di investimenti agli azionisti. I suoi successori, più ordinari (e comunque del tutto privi di mezzi economici per sostenere la competizione internazionale) non potevano ancora garantire questo delicato equilibrio. Amen.

https://www.industriaitaliana.it/psa-co ... Uxn0rxJnZs


come volevasi dimostrare, la fiat ha inculato gli italiani per l'ennesima volta...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: mer 6 nov 2019, 1:07 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 25 lug 2012
Alle ore: 16:51
Messaggi: 13387
Località: Tatooine
Non è così, l'azionariato principale rimane Exor, articolo pieno di inesattezze e scritto col #@*§.

FCA era Italo americana, con azionariato di maggioranza Italiano, FCPSA sarà Italo/Americana/Francese, con azionariato di maggioranza italiano.

Questo dicono i numeri.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: mer 6 nov 2019, 1:28 
Connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: gio 21 apr 2005
Alle ore: 16:51
Messaggi: 26651
Località: Genova
Quindi sarebbe FCA a sbranarsi pegueot...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: mer 6 nov 2019, 1:46 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 25 lug 2012
Alle ore: 16:51
Messaggi: 13387
Località: Tatooine
Enri ha scritto:
Quindi sarebbe FCA a sbranarsi pegueot...


Per adesso no, la fusione è formalmente alla pari, con Tavares AD ed Elkann presidente, tuttavia ho il sospetto che Elkann miri a comprarsi le quote cinesi in futuro.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: mer 6 nov 2019, 11:52 
Non connesso
Moderatore in pensione
Moderatore in pensione
Avatar utente

Reg. il: lun 7 lug 2003,
Alle ore: 18:11
Messaggi: 3241
Località: Milano
chissà se da dentro mi cambierà qualcosa, basta non mi mandino nella pauta di Torino

_________________
I never drink water
Fish fuck in it
Pro Sesto IV.27


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: FCA e Peugeot
MessaggioInviato: mer 6 nov 2019, 11:55 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 25 lug 2012
Alle ore: 16:51
Messaggi: 13387
Località: Tatooine
chernosamba ha scritto:
chissà se da dentro mi cambierà qualcosa, basta non mi mandino nella pauta di Torino


In quale stabilimento lavori?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 49 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Enri e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010