Oggi è dom 28 feb 2021, 21:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 457 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 42, 43, 44, 45, 46
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lun 8 feb 2021, 17:35 
Non connesso
Campione del Mondo
Campione del Mondo
Avatar utente

Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 8086
Località: Civita Vetula
La notte dei morti viventi di George Romero (1968)

Una pietra miliare della storia del cinema horror, un film con una significativa metafora di fondo, una rappresentazione allegorica del pessimismo, della tragica e inquietante fine del sogno americano.
I protagonisti attaccati dagli zombie reagiscono non unendo le loro forze davanti alla minaccia degli zombie ma esasperando il loro individualismo,
finendo così per soccombere.

Si può discutere a lungo su questo film, sulle sue varie interpretazioni, sui suoi messaggi più reconditi, ma non è solo per questo che va ricordato questo capolavoro di Romero, va ricordato soprattutto per la sua pregevole fotografia in bianco e nero, per le innovazioni tecniche nelle riprese, per il gioco di immagini che Romero crea(
c’è una scena piuttosto lunga nella quale i due personaggi principali non parlano e non succede nulla attorno a loro, eppure quella scena è talmente carica di tensione e di angoscia che riesce a darti un senso di paura molto più di una vera e propria scena di terrore
).
Un capolavoro della storia del cinema, la rappresentazione di un incubo nel quale viviamo ancora oggi(i zombie di Romero in fondo non sono altro che gli emarginati che si ribellano contro chi li ha esclusi dalla vita sociale) ma soprattutto un film inconsciamente terrorizzante, un terrore che si insinua nello spettatore a poco a poco, fotogramma dopo fotogramma.
Un film straordinario, un esempio di come andrebbe sempre fatto il cinema.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven 12 feb 2021, 15:26 
Non connesso
Campione del Mondo
Campione del Mondo
Avatar utente

Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 8086
Località: Civita Vetula
Viaggio verso Agartha. Makoto Shinkai. 2011.

Quanti di noi hanno desiderato almeno una volta nella propria vita di poter riabbracciare, anche se solo per un istante, coloro che ci hanno lasciato per sempre, di poter avere la possibilità di riportarli in vita, sfidando ogni singola legge della natura?
Questo film d'animazione tratta una tematica molto dolorosa come il lutto e la non accettazione della morte di una persona cara attraverso una magica avventura che ricorda quella di Orfeo che per la sua amata Euridice ha attraversato l'oltretomba pur di tentare di riportarla in vita.
Makoto Shinkai tratta con molta dolcezza ed eleganza l'impossibilità che noi tutti abbiamo di staccarci per sempre da chi ci è stato strappato via, di andare avanti nonostante il dolore e l'immenso vuoto che abbiamo dentro ma purtroppo è l'unica scelta che abbiamo.
Il finale malinconico mi ha commossa molto: non c'è cosa più difficile di dire addio, è vero.
Le ambientazioni paesaggistiche sono meravigliose (soprattutto i fondali marini e i cieli stellati che sono un qualcosa di magnifico) così come la rappresentazione dell'aldilà visionario e pieno di misteriose creature.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven 19 feb 2021, 18:59 
Non connesso
Campione del Mondo
Campione del Mondo
Avatar utente

Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 8086
Località: Civita Vetula
Compleanno di sangue. J. L. Thompson. 1980.

Film a metà tra l'horror e il giallo all'italiana anni'70, considerato un cult per la critica dell'epoca, presenta come difetti una lunghezza per me eccessiva (quasi due ore, troppi per gli standard di oggi figuriamoci per il 1980), una sceneggiatura confusionaria con tanti buchi e dei dialoghi a tratti imbarazzanti ma con un colpo di scena finale un po' esagerato ma suggestivo che innalza di molto la sua media.
Wes Craven attinse a piene mani da questo film per la saga di Scream.
La protagonista è l'attrice che interpreta la figlia maggiore degli Ingalls ne "la casa della prateria".

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven 19 feb 2021, 19:00 
Non connesso
Campione del Mondo
Campione del Mondo
Avatar utente

Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 8086
Località: Civita Vetula
Un abito da sposa macchiato di sangue. Vincente Arande. 1972.

Rivisitazione spagnola molto singolare del racconto "Carmilla" di Joseph Sheridan Le Fanu permeata da una sottile vena di erotismo, notevole per quanto riguarda l'ambientazione, la suggestiva fotografia ma che pecca nella sceneggiatura, a mio modesto parere lenta e confusa, con un finale per me poco credibile(e anche parecchio cruento).
Comunque sia un discreto film pregno di metafore.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 22 feb 2021, 23:55 
Non connesso
Campione del Mondo
Campione del Mondo
Avatar utente

Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 8086
Località: Civita Vetula
Neverlake. Riccardo Paoletti. 2014

L'horror/thriller italiano sta da qualche tempo a questa parte tirando fuori buoni prodotti come nel caso di questo film dell'esordiente Riccardo Paoletti, una fiaba nera emotivamente coinvolgente e tecnicamente ben curata che ha come punti di forza i suggestivi paesaggi naturali della Toscana, in particolar modo il lago degli Idoli, una delle più grandi testimonianze della civiltà etrusca rimastaci.
Tanti sono i riferimenti al cinema thriller degli anni'70 ma con l'atmosfera tipica delle ghost stories e che ricorda molto come storia, soprattutto nel finale, a uno degli albi più toccanti di Dylan Dog, Johnny Freak. Ottima la fotografia e la colonna sonora.
Un prodotto suggestivo che per me merita e che aggiunge un altro importante tassello al risveglio di un cinema italiano ormai in pieno stato comatoso.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven 26 feb 2021, 17:40 
Non connesso
Campione del Mondo
Campione del Mondo
Avatar utente

Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 8086
Località: Civita Vetula
Oltre il guado. Lorenzo Bianchini. 2013

Come ho scritto per Neverlake il cinema italiano è ancora in grado di sfornare dei buoni prodotti.
Un horror sicuramente non per tutti e che ricorda "The Blair witch project", un crescendo di ansia dai tempi lunghi e dai dialoghi quasi del tutto inesistenti (i pochi presenti sono in sloveno).
Il protagonista del film, amante della natura, verrà catturato da qualcosa di malvagio che si muove nei boschi, presenze che vi dimorano e riempiono il silenzio della notte con urla strazianti e inquietanti passi sugli arbusti secchi e sul ciottolato di un villaggio fantasma.
Un ottimo lavoro da parte del regista per quanto riguarda il sonoro e la fotografia che regalano al film un'atmosfera cupa e inquietante come quelle presenti nei film di Mario Bava e Pupi Avati.
Un film come ho scritto sopra di nicchia. Peccato non sia stato distribuito ai suoi tempi nei cinema italiani.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom 28 feb 2021, 8:39 
Non connesso
Campione del Mondo
Campione del Mondo
Avatar utente

Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 8086
Località: Civita Vetula
Shadow. Francesco Zampaglione. 2010.

Quando ho letto che Francesco Zampaglione, leader dei Tiromancino, ha realizzato un film horror, in più prodotto da quel pazzo scatenato di Massimo Ferrero, a momenti mi prendeva un coccolone ma alla fine è stato meno peggio di quello che pensassi.
Per me questo è un film che si può benissimo dividere in tre parti, la prima piuttosto suggestiva e con una fotografia eccellente che ti fa vivere la magia e il fascino del bosco ma anche il suo lato più oscuro e inquietante, la terza, quella finale, che altro non è che una scopiazzatura palese di "
Allucinazione perversa" di Adrian Lyne
e la seconda che turba lo spettatore con un'ambientazione oscura e gretta dove c'è l'entrata in scena di un personaggio che rappresenta l'incarnazione del male.
Le scene di
tortura
sono altamente disturbanti (
la palpebra, brrr...
) così come la colonna sonora che ricorda quelle dei Goblin.
Alla fine un film apprezzabile, un altro esempio di buon cinema italiano.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 457 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 42, 43, 44, 45, 46

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010