Oggi è gio 3 dic 2020, 21:06

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lun 27 apr 2015, 16:55 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 18 mag 2005
Alle ore: 0:45
Messaggi: 34697
Località: Dudley
1957 FA CUP FINAL MANCHESTER UNITED VS ASTON VILLA THE FULL MATCH.





Ho potuto visionare per la prima volta in una partita intera l'immenso Duncan Edwards , destinato secondo chi lo vide non solo a diventare il piu' forte giocatore britannico di tutti i tempi ma anche il piu' forte al mondo di tutti i tempi , posso dire che e' fisicamente il piu' forte giocatore che abbia mai visto nella mia esistenza , UN CARRARMATO LANCIATO A VELOCITA' FOLLE , mostruoso nel tackle ma anche veloce e con una personalita' e una intelligenza incredibili per un ventenne , dimostra anche enorme bagaglio tecnico , purtroppo a causa dell'infortunio del portiere va in questa partita a giocare da difensore centrale dove si rivela un mostro ma io volevo vederlo nel ruolo tipico di centrocampista difensivo.

« Fisicamente era imponente. Era potente e aveva una fantastica intelligenza calcistica. Era un calciatore completo, sapeva usare entrambi i piedi ed effettuare lanci lunghi, passaggi corti. Faceva tutto istintivamente »
(Bobby Charlton)

Sebbene sia ricordato come centrocampista difensivo, le sue capacità gli consentivano di ricoprire praticamente qualsiasi ruolo in campo. La sua versatilità era tale che in una partita fu impiegato inizialmente nella posizione di prima punta in sostituzione di Tommy Taylor, per poi venire spostato da Busby al centro della linea difensiva a causa dell'infortunio di Mark Jones. Le sue qualità principali erano la forza fisica, la forte personalità che dimostrava in campo (dote notevole e rara in un giocatore giovane) e l'alto grado di resistenza
Stanley Matthews lo descrisse come «una roccia in mezzo al mare in tempesta», mentre Bobby Moore lo paragonò nella difesa alla «Rocca di Gibilterra», elogiando anche la sua apprezzabile e costante propensione offensiva. Il suo fisico imponente gli fece guadagnare i soprannomi di Big Dunc (in italiano Grande Dunc, composto da un diminutivo del nome di battesimo Duncan) e The Tank (in italiano Il carro armato).

dopo aver segnato un gol alla Germania Ovest nel 1956, gli fu attribuito il soprannome di Boom Boom dalla stampa locale berlinese, perché sembrava che avesse «la stoccata della Grande Berta negli scarpini».

I contemporanei hanno più volte espresso la loro ammirazione per il talento del calciatore britannico. Per Bobby Charlton era «l'unico giocatore che lo ha fatto sentire inferiore», e la sua morte è stata «la più grave tragedia della storia del Manchester United e dell'intero calcio inglese». Secondo Terry Venables, allenatore della nazionale inglese agli Europei del 1996, se Edwards avesse continuato a giocare, sarebbe arrivato ad alzare la Coppa del Mondo da capitano ai Mondiali del 1966 al posto di Bobby Moore. Significative infine le parole di Tommy Docherty: «Non ho alcun dubbio nella mia mente che Duncan sarebbe diventato il più grande calciatore di sempre. Non solo il numero uno del calcio britannico, ma di tutto il mondo. George Best è stato qualcosa di speciale, come del resto Pelé e Diego Armando Maradona, ma a mio avviso Duncan era superiore per la sua completezza».
Walter Winterbottom " Io vedevo nel carattere e nello spirito di Duncan Edwards la rinascita del calcio inglese ".
La sua tempra straordinaria lo fece lottare per 15 giorni contro la morte in condizioni drammatiche , Ciò nonostante, si dice che Edwards chiese al collaboratore di Matt Busby Jimmy Murphy: «A che ora inizia la partita contro i Wolves, Jimmy? Non devo saltare quell'incontro»[54], suscitando nei presenti ammirazione[53]. Ma a circa due settimane dall'incidente Edwards dovette arrendersi e morì il 21 febbraio 1958 per insufficienza renale acuta[51].


Ultima modifica di epico il lun 27 apr 2015, 17:29, modificato 2 volte in totale.

Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 27 apr 2015, 17:14 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Reg. il: mer 18 mag 2005
Alle ore: 0:45
Messaggi: 34697
Località: Dudley


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sab 1 ago 2020, 11:33 
Non connesso
Allievo
Allievo
Avatar utente

Reg. il: sab 9 feb 2019,
Alle ore: 12:28
Messaggi: 3037
Località: Milano Centro Storico
Quella resta l'ultima affermazione dell'Aston Villa nella Coppa d'Inghilterra.
Durante la cerimonia di premiazione, il capitano dei "Villans", Johnny Dixon, affermò: «Questo è il giorno più felice della mia vita. Auguro al Manchester United le migliori fortune per l'anno prossimo». Purtroppo non poteva immaginare, né lui né nessun altro, che meno di un anno dopo il Manchester United sarebbe rimasto vittima di quella tremenda sciagura aerea.
Da notare che l'Aston Villa schierò Jackie Sewell, inglese di nascita che terminò la carriera giocando addirittura nella Nazionale dello Zambia...! Cosa piuttosto insolita trovare un giocatore bianco in una Nazionale dell'Africa Nera. Ci sono stati ovviamente giocatori bianchi nel Sudafrica (Mark Fish, Eric Tinkler, Bradley Carnell, Neil Tovey, Hans Vonk e moltissimi altri) e nello Zimbabwe (Bruce Grobbelaar), ma nelle altre Nazionali subsahariane ciò rappresenta un fatto molto raro.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 3 messaggi ] 

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010